Investor Relations
Fondazione
AGENTI
BPP Service

Rubano dettagli personali via social media

6. Rubano i tuoi dettagli personali attraverso i social media

Le tue informazioni personali sono preziose per i criminali. Proteggersi dalle truffe significa anche mantenere le tue informazioni personali al sicuro.

Come funziona?

Anche se i tuoi account sui social media sono configurati come "privati" e adeguatamente protetti, o se sei cauto e non condividi molte informazioni (foto, video, aggiornamenti di stato, etc.), i truffatori usano tecniche diverse per spingerti con l’inganno a comunicare i tuoi dati personali (nome, e-mail, password, numero di carta di credito, etc.), informazioni che poi possono essere usate per rubare la tua identità.

I tuoi dati personali possono aiutare i truffatori a:

  • effettuare acquisti non autorizzati con la tua carta di credito o attivare nuovi conti bancari o contratti telefonici;
  • sottoscrivere prestiti;
  • vendere le tue informazioni personali ad altri truffatori;
  • svolgere attività illegali sotto il tuo nome.

Molti attacchi seguono uno schema simile, di seguito i più diffusi:

  • Twishing (una combinazione delle parole Twitter e phishing) è l'atto di inviare un messaggio a un utente di Twitter indirizzandolo su un altro sito web. Se l'utente accede al sito fraudolento, il malintenzionato ottiene le informazioni sul suo account (nome e password).
  • Chi ha visualizzato il tuo profilo o la tua pagina sui social media? Tale servizio ti chiede di concedergli l'accesso al tuo profilo. Ti conduce quindi a un sondaggio fraudolento, facendoti condividere le tue informazioni personali. Il truffatore guadagna una commissione ogni volta che qualcuno riempie il sondaggio. Non scoprirai mai chi ha visualizzato il tuo profilo.
  • "Sei tu in questo video?" Cliccando su questi video finirai in un sondaggio che guadagna denaro per lo spammer. Potresti anche finire per infettare il tuo dispositivo con malware.
  • "Il tuo account è stato cancellato", "conferma il tuo account e-mail". Queste truffe mirano a farti divulgare le tue informazioni private e le credenziali dell'account.
  • Buoni regalo e offerte false offerte da brand e siti popolari e di alto valore. Queste truffe mirano a indurre l'utente a rivelare informazioni personali o a registrarsi per servizi costosi. Assumono nuova forma ogni mese e sembrano troppo belli per essere veri: il servizio o il prodotto richiesto non arriverà mai.
  • Prodotto miracoloso, prova gratuita! Questa truffa utilizza offerte di prova gratuite, specializzazioni fasulle e sondaggi per indurti a pagare per prodotti e abbonamenti che sottoscrivi inconsapevolmente (ad esempio spese di spedizione ricorrenti).
  • "Guadagna un sacco di soldi lavorando da casa". È probabile che qualsiasi lavoro che richiede un costo di avvio sia fraudolento. Queste pubblicità si trovano sui social media e si riferiscono a offerte di lavoro che prevedono l’acquisto di un kit che ti aiuterà a iniziare a guadagnare migliaia di euro. È possibile che ti vengo richiesti molti dettagli personali, tra cui il numero del codice fiscale, le copie del passaporto o della patente di guida. Alcune offerte di lavoro possono essere coperture per attività illegali di riciclaggio di denaro, chiedendo di ricevere pagamenti sul proprio conto bancario per una commissione e poi trasferire il denaro a una società straniera. Diventerai un“money mule” per i criminali, ma il riciclaggio di denaro è un crimine.
  • Aiuto, sono nei guai! Un truffatore che finge di essere un parente con urgente bisogno di denaro ti contatta tramite un messaggio sui social media. Il truffatore mostrerà angoscia e ti chiederà di inviargli denaro. Telefono, e-mail o sms possono essere altri modi di avvicinarti.

Che cosa puoi fare?

  • Ogni volta che vuoi verificare le informazioni su un profilo social, vai direttamente al sito - non fidarti di un link terzo per raggiungerlo.
  • Sii consapevole di quante informazioni e immagini condividi sui social media. I truffatori possono usarle per creare un'identità falsa o colpirti con una truffa.
  • Controlla la tua privacy e le impostazioni di sicurezza dei tuoi account di social media. Prenditi del??tempo per capire esattamente ciò che il tuo profilo mostra di te all’esterno.
  • Fai ricerche online. Cerca il nome del prodotto o l'offerta di lavoro di tuo interesse per vedere che cosa dicono gli altri. Puoi combinarlo con parole come "recensione", "reclamo" o "truffa".
  • Segnala i profili che sospetti siano truffe alla piattaforma di social media. Se ti seguono o sono fra i tuoi contatti, assicurati di bloccarli e di interrompere qualsiasi interazione.
  • Monitora regolarmente le tue carte di credito e debito. Se ti viene addebitato qualcosa che non hai ordinato, contatta la tua banca o il fornitore della carta.
Donazione di due incubatrici al Reparto di Neonatologia di Lecce
Due incubatrici attrezzate per le terapie anti-Covid 19 donate al Reparto di Neonatologia dell’Ospedale “Vito Fazzi” di Lecce con i fondi raccolti dalla sottoscrizione aperta dalla Fondazione “Banca Popolare Pugliese Giorgio Primiceri”- Onlus.
Nuovo Sito BPP
Banca Popolare Pugliese rinnova il proprio sito web, nei contenuti e nella navigazione, con un nuovo layout. Il sito, rivisto sulla base delle esigenze del cliente, è pienamente adattabile ai diversi formati per smartphone o pc.
Non togliermi il sorriso
Un colonscopio di ultima generazione donato al Reparto di Oncoematologia pediatrica del presidio “SS. Annunziata” di Taranto, del valore di circa 33 mila euro, per implementare l’attuale dotazione strumentale del reparto.
Restauro di due Polittici Veneti del Museo Castromediano
Dopo un lungo ed impegnativo restauro riconsegniamo ai visitatori due delle più importanti opere della collezione del Museo Castromediano. Si tratta dei polittici veneti acquisiti dal Castromediano per il Museo tra il 1872-73, che raccontano l'affermarsi nella nostra regione della cultura figurativa di ambito lagunare.
L’agroalimentare volano di sviluppo del Sannio: seminario a Benevento
​Il 24 gennaio, dalle ore 15.00, presso l’Auditorium Sant’Agostino di Benevento, si è tenuto il seminario "L’agroalimentare volano di sviluppo del Sannio" organizzato dalla Banca Popolare Pugliese.